AlleggeriamoStoMortorioPerCarità

Basta! 

I miei post sono la fiera della tristezza.... non si può continuare così!

Io sono diversa al cupo che si respira qua dentro, o almeno sono anche altro... capisco che ho dato poco la prova di questo, ma sono una simpaticona quando voglio! Lo so vi dovete fidare sulla parola...

Al lavoro giornata (mese) fiacca, troppo fiacca, fiacca in modo allarmante tanto da farmi pensare ad un piano B per i prossimi mesi... e allora io occupo qualche minuto per scrivere sul mio blog sfigatello! Come se non scrivessi abbastanza durante il lavoro...

Oggi la volevo buttare un po' in confusione (qui ci stava bene caciara, ma non volevo correre il rischio di farmi geolocalizzare da voi) perchè a volte l'unica risposta giusta è #sticazzi!

27 per l'anagrafe

Ieri è stato il mio compleanno: 25 Aprile!

La data del mio compleanno mi è sempre piaciuta un sacco: è Aprile uno dei mesi che preferisco e poi è festa, la festa della Liberazione, Liberazione da un periodo buio e scuro.

Per l'anagrafe ho compiuto 27 anni, i numeri dispari non mi piacciono molto.

Non sempre me ne sento 27 sinceramente.... non necessariamente più giovane ma non me ne sento 27: a volte penso di averne 16, altre di averne 70.

Tutto troppo!

Ultimamente riesco a scrivere solo sui mezzi pubblici, l'unico momento che ho per me praticamente!!
I giorni appena trascorsi sono stati solo pieni di brutte cose...
Visite dolorose in ospedale, tensioni sul lavoro, cibo a non finire, ancora dottori e lacrime!
La ciliegina sulla torta è stata la mia "amica" con la quale stavo cercando casa che proprio ora che ne avevamo trovata una perfetta si tira indietro perché il ragazzo non vuole che si trasferisca.... tralasciando la tristezza del loro rapporto (me ne frega davvero poco), quello che mi fa imbestialire è che devo ricominciare a cercare una stanza dopo 4 mesi che cerco appartamenti per noi!
Sono sfinita!!

Si fa presto a dire contenuti....

I contenuti del post....
Si fa facile cara app di blogger a scrivere "contenuti", fammi pensare un attimo...
Potrei parlare della musica che sto ascoltando oppure del tizio strano seduto di fronte a me in metro in questo momento (porta un cappello texano, chissà perché poi), del treno che sicuramente perderò, dei buoni propositi che faccio ogni sera prima di dormire e che distruggo regolarmente il giorno dopo...
Direzione sconosciuta © 2014