mercoledì 8 aprile 2015

Si fa presto a dire contenuti....

I contenuti del post....
Si fa facile cara app di blogger a scrivere "contenuti", fammi pensare un attimo...
Potrei parlare della musica che sto ascoltando oppure del tizio strano seduto di fronte a me in metro in questo momento (porta un cappello texano, chissà perché poi), del treno che sicuramente perderò, dei buoni propositi che faccio ogni sera prima di dormire e che distruggo regolarmente il giorno dopo...

... potrei raccontarvi del tipo che ho appena incrociato sulle scale della metro, tutti i giorni, stessa ora e più o meno stesso posto, alto magro giubbino di pelle barba e sguardo vuoto di chi è troppo stanco per concentrarsi sul mondo intorno, ma ogni giorno con un libro... oggi era Siddartha!
Potrei farvi sorridere raccontandovi del controllore sul treno che mi dice sempre la stessa frase da due anni... "signorì ma ce l'hai un documento che ti somiglia?"... me l'ha detto anche ora che sono appena salita sul treno, ma non potevate sentirlo purtroppo...

Oppure vi racconto dell'ultimo libro che sto leggendo.. l'ho iniziato ora ma dalle prime pagine sembra bello...
Le luci nella case degli altri... così si chiama!
L'ho preso nella biblioteca comunale... compro valanghe di libri e poi leggo quello che prendo in biblioteca! certo che sono un tipo davvero strano....
Potrei raccontarvi della mia amica che mi ha appena mandato un messaggio "grazie per avermi ascoltato, lo so che tu ci sarai sempre! Ti voglio bene!" e di come le lacrime siamo partite incontrollate....
Ma lo farò un'altra volta giuro! :)
Però vi ringrazio per avermi fatto compagnia tra il lavoro e casa.... spero di aver fatto compagnia anche a voi!
A presto!
A.

8 commenti:

  1. ciao ho letto tutto il tuo blog!
    Ti sostengo e ti mando un bacio

    RispondiElimina
  2. Ho letto quel libro! A me è piaciuto molto :)
    Mi piace questa tua descrizione, mi piacciono questi "rituali", trovo che diano sicurezza.
    Può essere stata una giornata dura, piena di imprevisti, positivi o negativi, puoi esserti messa in discussione 100 volte.
    Ma sai che il controllore ti dirà quella frase, sai che incontrerai quel tipo e controllerai che il libro sia diverso dal giorno prima e trovo che questo abbia un qualcosa di familiare.
    E poi mi piace chiedermi come il controllore, il tipo dei libri e tutti questi "compagni di routine" vedano te.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oddio io cerco di evitare di pensare a cosa pensano di me!! :) sento già l'ansia salire... molto meglio osservare che essere osservati!

      Un abbraccio :)

      Elimina
  3. Alle volte quella parte del blog è inquietante e la lascio da sola a soffrire senza darle soddisfazione di riempire quello spazio vuoto. Alle volte invece è lei che mi frega e scrivo fiumi di parole a volte anche senza senso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. é il nostro spazio... io scrivo sempre di getto! che inizio a pensare a cosa scrivere ad una scaletta... mi passa la voglia di farlo!
      Scrivo d'impulso, arrivo ad un punto in cui sto per esplodere, allora entro qui dentro e scrivo quello che penso senza freni... è quasi terapeutico! :)

      Elimina
  4. Ci hai detto tutto brevemente. Mi è piaciuto leggere la tua osservazione del mondo attorno a te, la quotidianiatà, l'osservazione delle persone che passano ogni giorno, che dicono le stesse cose... Ha ragione Gly, credo pure io che diano sicurezza.
    Sono felice che tu abbia una amica che si accorge di quanto tu sia speciale. Aiutala e aiutatevi a vicenda, che è meraviglioso.
    Un bacione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nelle amicizie mi ritengo abbastanza fortunata... alcuni di loro mi hanno letteralmente salvata, e continuano a farlo ogni giorno! :)
      Un abbraccio Ilaria! :)

      Elimina

Due pesi e due misure

Perché ogni volta che sbaglio non riesco ad accettarlo? Penso che sia la cosa più grave del mondo Eppure agli altri giustifico qualsiasi c...