sabato 23 maggio 2015

Ho conosciuto una mamma

Ieri giornata in ospedale...

Ho conosciuto la mamma di una bellissima bimba con la mia stessa patologia, è la seconda volta che la incontro, mi ha visto da lontano, ha aspettato che arrivassi e mi ha salutato...

Anche questa volta mi ha chiesto un sacco di cose: lei ha una bimba di qualche anno, con due occhioni scuri e un visino da furbetta!



Mi ha chiesto di me, di come sarà nei prossimi anni per la sua bimba, che prodotti uso, come gestisco la mia vita... io ho risposto con pazienza a tutto! Mi sembrava così desiderosa di qualcuno che la tranquillizzasse... la sua bimba ha una forma più leggera della mia da quanto ho capito, anche se alcuni aspetti mi sono sembrati più gravi ma non ho voluto dirglielo...

Ho ripensato a quando ero piccola, a quanto ero infinitamente più fragile, a quando andare a fare un viaggio all'estero con gli amici sembrava impossibile per quella bimba così malata!

Non è una vita facile, a quella mamma avrei voluto dire che il peggio deve ancora arrivare, che gli anni dell'adolescenza saranno terribili, che sua figlia si odierà e vorrà non essere mai nata, allo stesso modo odierà lei, la sua mamma, e il suo papà perchè un capro espiatorio lo devi trovare quando non sai che fare e chi più a portata di mano di se stessi e i propri genitori... mi rendo conto che è brutto dirlo ma purtroppo è la verità!

Sto pensando molto in questo periodo, mi accorgo di essere sempre sgarbata con i miei, non gli faccio passare mai una cosa giusta... ho pensato a perchè lo faccio e ho capito che li incolpo di tutto!

Razionalmente so che sto sbagliando, che mai vorrebbero farmi soffrire... poi mi guardo allo specchio e mi odio, li odio!

A quella mamma ho detto di non preoccuparsi, che un modo di vivere si trova, che ci si abitua e la sua bimba sarà in grado di fare qualsiasi cosa voglia fare da grande! Lei voleva essere tranquillizzata, voleva che "qualcuno che ci è già passato" la rassicurasse e così ho fatto! A darle le batoste ci pensano già i dottori....



A Luglio devo tornarci in ospedale.... visita di controllo e burocrazia varia... mi hanno già prenotato le visite da fare e gli esami a cui dovrò sottopormi, anche la nutrizionista, a me già manca l'aria.... tutti che mi dicono cosa fare, la prima cosa che mi hanno detto appena entrata in reparto è stata sul fatto che sono grassa, che così non va bene, che devo impegnarmi a dimagrire... nessuno che mi chieda perchè lo sono, perchè mi ingozzo di cibo però....
(Oggi ho tirato fuori una delle 3000 diete che ho a casa, voglio provarci, non voglio arrivare a Luglio e sentirmi ancora una fallita per essere così grassa, farmi rimproverare ancora, non credo di poterlo sopportare...)

Piango mentre scrivo questo post, scrivo sempre d'istinto nel blog, niente programmi o scalette, e d'istinto avevo bisogno di mettere nero su bianco un pezzo di ieri... Ogni volta che entro in quel maledetto ospedale mi sento così piccola, ogni volta!

27 commenti:

  1. Sono indelicata se chiedo cos'hai?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Natalie, purtroppo ho una malattia genetica rara!...non mi va di dire il nome perché non voglio che si possa risalire alla mia identità o che magari qualcuno che mi conosce passi di qui e capisca chi sono....

      E poi ancora non riesco a pronunciare quel nome, neanche dopo tutti qst anni! :)

      spero capirai... un abbraccio! :)

      Elimina
  2. Il blog è fatto per scrivere di getto, per lo più. Come un diario "segreto" da mostrare a persone che sono troppo sconosciute per poterti giudicare.

    Mentire alle persone che ne mostrino il bisogno..non so se lo farei... Io sono una persona cinica e magari in questo caso non sarebbe il caso di esserlo ma temo che avrei sciorinato tutti i lati negativi che avrebbero ancora dovuto affrontare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È vero parlo qui perché non mi sento giudicata e devo dire che mi fa davvero bene!

      Io non me la sono sentita di buttarle addosso notizie brutte, magari per quella bimba sarà diverso, ogni persona reagisce a modo suo... in questi casi credo che si diventa molto coscienti di quello che potrà accadere... diciamo che entrambe abbiamo finto... lei ha finto di credermi e io ho finto che tutto va bene.... probabilmente ne avevamo bisogno entrambe! :)

      Elimina
    2. Totalmente daccordo con lui. Sii forte <3

      Elimina
  3. Non avevo idea che dietro il tuo malessere ci fossero anche ragioni mediche.

    Ti abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, ho una delle tante malattie genetiche rare che esistono al mondo... non sono fortunatissima in questa vita, spero di rinascere ricca ereditiera alla prossima!!! ;)

      grazie Pippa, un bacio! :)

      Elimina
  4. L'ospedale è un posto strano, ci si entra impauriti, senza sapere mai come se ne uscirà... se vittoriosi ed esultati, oppure sconfitti, tristi e doloranti...
    Io ho sempre avuto paura degli ospedali.. adesso non più, adesso quando ci entro mi sento un po' "a casa" .... è strano e brutto dirlo.... eppure è così...

    Comunque... cara Indefinita, indipendentemente dal problema che tu abbia, ti incoraggio a non mollare mai. Nemmeno quando tutto sembra perduto, quando sono anni che combatti, quando ti senti veramente stanca e tristi. Non mollare e tirati sù, asciugati le lacrime e stringi i denti...
    Hai passato anni dietro a cure e medici... sei forte, fortissima! Non dimenticartelo mai, anche quanto ti senti debole, sfortunata e uno schifo.

    Ti abbraccio forte... se hai bisogno puoi scrivermi... (al massimo ci consoliamo a vicenda ;))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche per me sono un po' casa! le infermiere sono praticamente zie acquisite, la dottoressa più giovane che mi segue quando deve fare cure più fastiose per me mi chiama al cellulare i giorni dopo per sapere come sto... sono angeli davvero!!

      Ma ogni volta che entro li è sempre difficile, mi trascino dietro poi la tristezza e stanchezza per qualche giorno.... ormai ho fatto l'abitudine a queste sensazioni, passano presto e a Luglio sarò pronta per tornare!;)

      Grazie Ilaria! Davvero tanto! :)

      Elimina
  5. Devi essere davvero una persona stupenda, cara Indefinita. Riuscire a mentire "a fin di bene", per rassicurare una madre spaventata, per darle un po' di speranza in un momento buio, è un gesto di profondo altruismo. E te lo dico perché anni fa, ad un incontro della terapia di gruppo per ragazze con dca una ragazza che era venuta a parlare della sua storia di anoressia, presentata dall'analista come "una ragazza che ne è uscita", alla mia domanda "ma allora si può davvero guarire?" rispose "no, non si guarisce mai." e fu per me una grandissima delusione. Forse aveva ragione, forse è proprio così, ma io da quella volta a tutte le persone che sanno del mio passato e mi chiedono se si possa guarire dai disturbi alimentari rispondo sempre di sì, anche quando non ci credo, e mi sento meno guarita che mai. Forse è un gesto ipocrita, ma perché spezzare subito le ali a chi vuole provare a volare?
    Ti abbraccio! Non cedere, sei così forte e così bella!
    P.S.
    Non affidarti alle diete fai-da-te, fatti seguire da un esperto che capisca le tue necessità ma che sappia anche rispettare i tuoi bisogni!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io la penso come te Euridice! Inutile scaricarle addosso valanghe di brutte notizie! come ho scritto a Nocchiero io sono convinta che lei dentro di se sappesse cosa l'aspetta, magari non i dettagli ma a grandi linee può immaginarlo, voleva essere rassicurata e tranquillizzata da una persona che sa cosa prova la sua bimba ed è abbastanza adulta da dirglielo...

      A volte ci basta che qualcuno dica... va tutto bene, tutto si sistemerà!.... Ho fatto solo questo! :)

      Ti abbraccio anche io e grazie davvero!!

      Elimina
  6. In bocca al lupo e non incopare i tuoi che ti ameranno piu di loro stessi...... lo capirai con il tempo ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Crepi il lupo!
      Lo so che mi voglio bene... per questo spero di riuscire a concentrare la mia rabbia altrove...

      Elimina
  7. Non è facile commentare un post del genere per cui mi limito a dirti solo che anche a mio parere hai fatto una bella azione "mentendo" (che poi hai solo cercato di essere positiva, non parlerei di bugie vere e proprie) a fin di bene.
    Per il resto ti sono accanto, per quanto possa servire.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si infatti ho cercato solo di essere positiva, per ogni persona qualsiasi patologia è diversa! Per questo era anche inutile dirle le cose brutte... magari lei non le vivrà!

      Grazie Kore!! un abbraccio! :)

      Elimina
  8. Un abbraccio per luglio ce la farai ad essere in forma e li sorprenderai tutti.
    Sebbene so che a volte non si ha la fortuna di trovare persone gentili che ti vengono incontro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si si che ce la farò!Sto già molto meglio... giusto un momento di defaiance dovuto alla stanchezza! ;)

      Elimina
  9. A questo servono i blog.... per scrivere, per scaricare gioie e dolori, per dar sfogo a quello che altrimenti resta dentro e ci logora pian piano :p
    Per il resto....
    Hai fatto benissimo come hai fatto.... anzi no... hai fatto benissimo a fare ciò che ti sentivi di fare :p

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Boh!!

      Si questo blog lo sto usando una una specie di terapia, ma molto meno costosa! :)

      Elimina
  10. Chissà quante volte hai detto "ma perché proprio a me ?"

    RispondiElimina
  11. Per quanto ci sembri difficile, teniamo i nostri genitori con noi, perché sono la nostra unica ancora di salvezza...
    Sii forte, Indefinita! Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Loro ci sono sempre è vero proprio per questo sono i primi ad essere colpiti la maggior parte delle volte anche se non lo meriterebbero!!

      Grazie G!!! :)

      Elimina
  12. Ho trovato questo tuo racconto per caso, ed essendo mamma da poco tempo mi ha molto (MOLTO) colpita. Mi sono commossa e rattristata...e spaventata al pensiero di un figlio che deve convivere con un peso così grande. Non mi viene da dirti altro se non che ti vorrei mandare un abbraccio. In bocca al lupo.

    RispondiElimina

Due pesi e due misure

Perché ogni volta che sbaglio non riesco ad accettarlo? Penso che sia la cosa più grave del mondo Eppure agli altri giustifico qualsiasi c...