sabato 13 giugno 2015

Pantaloni a zampa come metafora di una società

Ultime news in campo moda: pare che siano tornati in voga i pantaloni a zampa!

Non che io ne sappia qualcosa o possa considerarmi una ragazza vagamente alla moda, ma girando tra le vetrine della città ho notato come i vari negozi abbiamo allestito prepotentemente le vetrine con il suddetto capo di abbigliamento.
Metteteci anche quella decina di figone che passeggiano in centro ora aperitivo indossando il capo sopracitato, mentre te distrutta cerchi di tornare intera a casa dopo una settimana di lavoro , e ci vuole poco a capire che si, per te sarà un estate/autunno 2015 di merda!


Ora io capisco e accetto tutto nella vita (quasi) ma i pantaloni a zampa no!!

Quale mente perversa può pensare che una donna di altezza e peso medi possa essere valorizzata da dei jeans che ti schiacciano di 20 cm e ti allargano di 10 chili.

Se poi siete come me, ovvero larghe e basse abbastanza che la gente fa prima a saltavi anzichè giravi intorno capirete bene che tutto ciò non ha senso!!

E allora mi sono chiesta, perchè ciclicamente torna questa piaga del "patalone a zampa"?!?! Cosa si cela dietro al "pantalone a zampa"?!

Perchè questi pantaloni cari miei possono essere indossati si, ma solo da gente che è già strafiga di suo... non ci credere?!?...

Se a una ragazza alta 1 e 80 con taglia 40 fate indossare un sacco di iuta sarà bella lo stesso, figuratevi se si fa problemi ad indossare un paio di jeans larghi sul fondo!

Questo è la metafora perfetta della nostra società: avvantaggiamo i belli/fortunati, che già sono figherrimmi di loro, e sabotiamo gli altri!

Non solo, ma questo tipo di ragionamento porta alla triste conseguenza di inclusione/esclusione: infatti la categoria "altri" non solo viene costantemente presa in giro da queste tendenze folli ma gli vengono sottolineate le proprie mancanze dall'amica stronza di turo (tutti ne abbiamo una non negatelo)

Esempio:
"Oh cielo questi pantaloni a zampa sono stupendi dovresti prenderli anche tu"
Non rispondi per degenerare in una volgare rissa
"No ti giuro, guarda se stanno bene a me che sono ingrassata di 30 gramma da 6 anni a questa parte e porto la 40 figurati a te!"
Ok rispondi e scateni la rissa...


Non si spiega altrimenti che gusto si prova a creare un simile strumento di abbruttimento femminile....

Vale nella moda, nel lavoro, nell'amore, in famiglia, in tutti i luoghi e in tutti i laghi!!

Bene io oggi ho deciso di ribellarmi a questa dittatura fascions, io non ci sto a sembrare una palletta in giro per la città che non sai se stringerle la mano per presentarti o darle un calcio per vedere fin dove rotola!

Donne che mi leggete, ribelliamoci! Diciamo no alla moda, no ai pantaloni a zampa!

Perchè noi meritiamo di più, noi meritiamo di essere valorizzate, di essere apprezzate per come siamo e non indicate o ci tacciate di "vecchiume" per i nostri pantaloni neri classici che sembriamo sempre i modalità colloquio di lavoro!

Cambiamo la moda, cambiamo la società!


PS
Abbigliamento per odiosa cerimonia prevista domani mattina:
- Pantaloni neri classici stile "colloquio" (taglia 50)
- Camicia arancio/aragosta/corallo (ancora non ho capito di che colore è) - (taglia 48)
- Giacca nera (taglia 50
- Ballerine nere

Come ho fatto a ridurmi così... :(

18 commenti:

  1. è una questione di soldi. come sempre. un tempo la larghezza era considerata un pregio poichè denotava un certo benestare economico. oggigiorno, avendo a disposizione cibo a volontà, servono più soldi per mantenersi in forma (mangiare biologico, iscriversi in palestra visto che tutti fanno una vita sedentaria).
    è la mia personale opinione, ma è veramente bello/a colui/colei che si veste in maniera armonica con la propria personalità, non con il proprio fisico...quindi...se ci si sente appartenenti agli anni '70 anzichè al 2015, non resta altro che prenderne atto. Chi è in sintonia con la propria esteriorità (qualsiasi taglia porti) è molto più gradevole alla vista dell'ennesima ragazza vestita "alla moda" con lo sguardo languido e vuoto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono d'accordissimo, di solito compro quello che piace a me e mi fa sentire bene se è "alla moda" oppure no me ne frega il giusto! :)

      Elimina
  2. Cara Indefinita, questo post lo hai scritto (mi pare) con ironia ma volendo comunque fare una sorta di "denuncia" verso la società odierna.
    Hai ragione quando dici che ognuna di noi ha bisogno di essere valorizzata, apprezzata. Purtroppo si finisce, troppo spesso, a considerare adeguata - e quindi "bella", "attraente", una donna di certe misure. Niente è più brutto della generalizzazione e della superficialità di oggi. E' bruto che molti si soffermino all'aspetto esteriore, considerando soltanto quello, o ritenendolo fondamentale. E' brutto che una ragazza si senta "divina" solo perchè è esteticamente carina, proporzionata e che magari rida di chi non ha avuto questa apparente fortuna.
    E' brutto che chi ha un difetto fisico (o pensa di averlo) si ritenga inferiore, si debba sentire non degno, non all'altezza.

    Anche a me comunque i pantaloni a zampa non mi sono mai piaciuti. Ricordo che alle medie li avevo, un paio addirittura con delle stelle disegnate, ogni volta me li pestavo con le mie stesse scarpe, manca poco ci cadevo!
    Mi danno l'idea di essere "goffa".... A me non piacciono e non li metterò indipendetemente dalla moda!
    Che poi.... essere 1.80 e taglia 40 non ti da' l'autorizzazione a indossare ciò che vuoi, ci sono indumenti che persino una magra e alta non può permettersi. volte vedo persone talmente ridicole che mi verrebbe da spezzargli una gamba...
    Ps. io sono 173 cm.. con una taglia 40 scarsa... non ne vado fiera.... e ti garantisco che non sono bella con un sacco di iuta addosso, con i pantaloni a zampa (per l'amor del cielo!) o con un bel vestito....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si è vero è brutto essere giudicati per l'aspetto fisico, ma è anche vero non non si può scappare da questo... tutti giudichiamo e tutti siamo giudicati nel bene o nel male!

      L'esteriorità è fondamentale oggi come lo era prima... io ritengo che per quanto ci si sforzi conta tanto anche la fortuna, se la natura ti ha fatto (mi ha fatto) in un certo modo è inutile lottare con i mulini a vento... sono molto fatalista in queste cose non so se si era capito! XD

      Elimina
  3. E' sorprendente il modo in cui riesci a far ridere e riflettere insieme.. Personalmente, io adoravo i pantaloni a zampa di elefante, ne avevo due paia veramente osceni, ma di cui ero innamorata. È vero che abbassano di 20 cm e allargano di 10 kg, ma mi piacevano lo stesso. Appartengono cmq al passato e adesso, onestamente, non li metterei mai ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io li portavo, alle superiori mi sembra... mamma mia che adolescenza difficile che ho avuto... io avevo anche obbligato mia madre ad "imprezziosirli" con discretissimi fiorellini sul fondo (praticamente girasoli di dimensioni naturali)... mi vengono i brividi solo a pensarci!

      Elimina
  4. Ahah, vedi perché ho detto che sei adorabile?
    Mi piace molto questo post, ed è bello come con leggerezza tu conduca alla riflessione; non è da tutti ed è un pregio particolare farlo mantenendo il discorso su un tono allegro e solo apparentemente spensierato.
    E non volgare, anche.
    Amo tutto ciò.

    Detto questo, mi metti in una situazione difficile. A me i jeans a zampa (zampa moderata, non da hippie) piacciono ma mi rendo conto che anche se sono abbastanza alta mi stanno di merda e mi fanno i fianchi obesi, unico tratto asciutto che ho (insieme ai miei piedi orridi, da topo vampiro ^_^) per cui penso di essere d'accordo con te.
    La moda dovrebbe pensare anche al resto dell'umanità!
    Se una ha il seno grosso perché deve mettersi quelle scamiciate da nonna Abelarda e sembrare un boiler? capisco che non si debba denudare, ma almeno fingere di segnare un punto vita???
    ah che squallore!

    E per la gente scema come si fa?
    dove sono le panciere per il cervello???

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quelle non esistono purtroppo anche se ce ne sarebbe così bisogno! :)

      Elimina
  5. I pantaloni a zampa mi ricordano le scuole medie, quando a un certo punto la moda era degenerata a tal punto che la circonferenza dei jeans alla base era maggiore di quella in vita e io avevo costantemente i jeans sfilacciati dietro perché calpestarli era inevitabile. Speravo che fossero finiti nel dimenticatoio ma la moda non dimentica e non perdona e sapevo che, dopo aver riesumato l'ombelico di fuori alla Britney Spears anno 1998 e la collanina tribale elastica da portare a metà collo, sarebbe toccato anche alla zampa d'elefante. Ci mancano solo i fuseaux di lurex con l'elastico sotto il tallone. Che gli dèi ci proteggano.
    Io comunque ti appoggio nel boicottaggio, ho una 40/42 ma sono alta come puffetta quindi capisci che con la zampa d'elefante sembro un'abatjour!
    Un bacio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che adolescenza complessa che abbiamo vissuto cmq... a rivedere le foto adesso inorridisco.... ahahahah
      Sarà per questo che li odio tanto... a mia discolpa dico che verso i 16-17 anni ero un figurino, avevo appena terminato una dieta che mi fece perdere 20 kg circa.... poi come una deficiente li ho ripresi tutti, anche di più...

      i fuseaux mia madre me li metteva alle elementari ricordo... mi manca solo la fase emo...poi le ho attraversate tutte!! :D

      Elimina
    2. Pure io sono salva dalla fase emo! Però sono stata parecchio tamarra, avevo una cintura di dolce e gabbana con una fibbia tempestata di brillantini. Qui lo dico e qui lo nego.

      Elimina
  6. Hahahahaha sto ancora ridendo :D
    Sei molto ironica :) e simpatica!
    Effettivamente non capisco come si conciano certe persone, uomo o donna che sia, per seguire la moda del momento!
    Es. Maschi con pantaloni talmente stretti da parlare come donne, oppure talmente larghi con i mutandoni bianchi fuori che se si mettono a correre inciampano.
    Prendiamo le donne, 'vestite' con gonne e top grandezza cintura che si lamentano si essere trattate come mignotte (scusa il francesismo) o quelle che non hanno capito che i leggins vanno portati con maglie lunghe e non corte col tanga fuori.
    Detto ciò, (col rischio del cazziatone) io adoro i pantaloni a zampa, non esagerati ovvio...però...e al tempo delle superiori li portavo volentieri ^.^ comodiiiiiiii

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Abbiamo capito che i pantaloni a zampa sono stati il MustHave della nostra adolescenza!!!

      quelle con i leggins che usano al posto dei pantaloni le odio, pure se sono magre e bella (anzi in quel caso le odio pure di più)! :)

      Elimina
    2. Scusate l'intrusione ma i leggings con la maglia corta sono il male del mondo pure se pesi 30 kg, anche perché il rischio camel toe è assicurato e quello sì che è un vero anticoncezionale :D

      Elimina
    3. Calcola che l'ho cercato su internet perchè non so cosa significa (l'ignoranza è una roba brutta).... ora che ho capito cos'è direi che si! Il rischio è elevatissimo!! XD

      Elimina
  7. i pantaloni a zampa sono il miglior anticoncezionale al mondo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. -_- non capisci niente di moda! E di anticoncezionale.
      Trovandoli, tu uomo, orrendi avrai avuto fretta di toglierli alla donzella...altro che scappare a gambe levate!!!
      :D

      Elimina
    2. ahahah Beky al massimo te li toglie per vedere se sei munita pure di gambe o sotto è tutto un blocco cubico unico!

      è come la canotta per gli uomini.... puoi essere pure uno strafigone ma se la indossi il mio primo pensiero è quello di falciarti!!! XD

      Trisportlife: sarà per questo che li vendono allora! almeno no ti scombussola gli ormoni come la pillola... :)

      Elimina

Il posto giusto per me

Perché ogni posto in cui vado non lo sento il posto giusto per me? Non so accontentarmi e pretendo cose impossibili, o davvero ancora non l...