venerdì 16 marzo 2018

Amai...

"Amai teneramente dei dolcissimi amanti
senza che essi sapessero mai nulla.

E su questi intessei tele di ragno
e fui preda della mia stessa materia.

In me l’anima c’era della meretrice
della santa
della sanguinaria
e dell’ipocrita.

Molti diedero al mio modo di vivere un nome

e fui soltanto una isterica.

Alda Merini

Nessun commento:

Posta un commento

Per il momento stop

Dopo la sua morte non sono più la stessa, mi manca da morire e mi sento sola come mai prima. Mi manca avere Luca vicino, mi mancano le sue ...